GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITÀ 2020.

 

Secondo un recente Rapporto mondiale  gli ecosistemi terrestri ha perso circa il 75% della sua biodiversità, soprattutto a causa del cambiamento climatico, delle specie invasive, dello sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, dell’inquinamento e dell’urbanizzazione: tutti fenomeni riconducibili all’attività umana, ai quali è possibile porre rimedio soltanto operando una trasformazione delle azioni della gente e del loro rapporto con la biodiversità, un compito in cui l’UNESCO è fortemente impegnata attraverso e le attività ed i programmi orientati a migliorare la consapevolezza e la sensibilizzazione verso le tematiche ambientali e promuovendo la sostenibilità della biodiversità. La biodiversità infatti è la risposta a molte delle sfide dello sviluppo sostenibile.

Nel suo discorso in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità la Direttrice Generale dell’UNESCO Audrey Azoulay ha sottolineato che in un momento in cui il mondo ha combattuto per molte settimane contro una pandemia senza precedenti, la Giornata è l’occasione per ricordarci ancora una volta che solo con un approccio ambizioso e trasversale possiamo costruire un futuro più sostenibile ecologicamente.